Vimi fasteners si rafforza nell’alta gamma automotive con un nuovo progetto Maserati

Il 9 settembre Maserati ha presentato a Modena la nuova supersportiva MC20 equipaggiata con il nuovissimo propulsore denominato “Nettuno” che segna il ritorno alle competizioni della casa del Tridente.

“Siamo orgogliosi di prendere parte a questa nuova avventura come fornitore dei sistemi di fissaggio critici per questo nuovo motore, un 6 cilindri a V di 90° da 3 litri di cilindrata, biturbo, in grado di erogare 630 CV di potenza progettato con tecnologie del sistema di combustione derivanti dai propulsori di Formula 1.” dichiara Marco Sargenti, Amministratore delegato di Vimi Fasteners.

“Un progetto che conferma l’elevato livello tecnologico raggiunto da Vimi nelle applicazioni più critiche come quelle nei più sofisticati e potenti powertrain che equipaggiano le hypercar, le supercar e più specificatamente le vetture del lusso”.

La stessa tipologia di propulsore equipaggerà anche i nuovi modelli stradali di Maserati per i prossimi 8-10 anni, con una previsione di alte produzioni di serie che garantiranno a Vimi un incremento dei volumi in un segmento a più alto valore aggiunto.

Vimi si conferma un punto di riferimento per le case automobilistiche di alta gamma nelle fasi di progettazione e sviluppo di nuovi propulsori e nuovi veicoli, come dimostrano le collaborazioni con i marchi di prestigio tedeschi, inglesi e della Motor Valley emiliana.

“Il segmento di alta fascia richiede un’altissima competenza tecnica e la capacità di sviluppare nuovi prodotti sempre più performanti assieme all’abilità ed impegno a cooperare strettamente con i costruttori” prosegue Sargenti.  “Offriamo soluzioni sia per propulsori tradizionali che elettrici dove, specialmente in questa fase di cambiamento tecnologico, sono richieste continue attività di ricerca e sviluppo”.
La maggior presenza di Vimi nel segmento di alta gamma significa un mix di prodotto più favorevole ed una migliore redditività, come spiega l’Ad del gruppo.
“Chiaramente, la marginalità dei prodotti ad alto contenuto tecnologico è più elevata e risente meno della concorrenza molto aggressiva tipica del settore
automotive”.

Tutto questo conferma la strategia di crescita del gruppo che punta a rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento nel settore automotive di alta gamma, meno esposto alla ciclicità tipica dell’industria dell’auto.
“Per quanto riguarda gli altri settori industriali di sbocco dei nostri prodotti stiamo assistendo ad una graduale ripresa della domanda da parte dei nostri clienti che ci auguriamo possa continuare anche nei prossimi mesi verso la normalizzazione delle attività dopo lo shock causato dalla pandemia di Covid-19” conclude Sargenti.

2020-10-14T13:26:29+00:00 10 - 09 - 2020|News|

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies di sessione” necessari per ottimizzare la navigazione, e “cookies di terze parti”. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.