Nuova spinta alla ricerca grazie al sostegno del MiSe

In un contesto storico dove l’innovazione svolge un ruolo da protagonista, una  solida struttura di ricerca e sviluppo rappresenta l’elemento di distinzione per un’azienda che opera in qualità di specialista dei sistemi di fissaggio nelle diverse filiere industriali.

Cogliendo appieno le potenzialità di tale scenario, nel 2014 Vimi Fasteners ha creato un programma di Ricerca & Sviluppo al fine di sviluppare metodologie  progettuali innovative e tecniche produttive altamente performanti per utilizzo nei settori Aerospace, Motorsport e Automotive di alta gamma.

Al fine di potenziare tale programma di ricerca, nel 2018 la società ha deciso di partecipare al bando del Ministero dello Sviluppo Economico e della regione Emilia Romagna denominato ‘Accordo per l’Innovazione’.

Lo scorso 15 ottobre il MiSe ha accolto la domanda e ha autorizzato il progetto all’interno di “11 Accordi per l’Innovazione tra il MiSE e le Regioni Emilia
Romagna, Piemonte, Toscana e Veneto”, con l’obiettivo di “favorire la competitività del territorio attraverso gli investimenti delle imprese in progetti di
ricerca e sviluppo”.

Il programma approvato prevede la realizzazione di prodotti e processi produttivi innovativi per un ammontare complessivo di 90 milioni, a sostegno dei quali il Ministero ha messo a disposizione circa 25 milioni di agevolazioni.

Il progetto di Vimi durerà tre anni ed è rivolto al finanziamento di un team di quindici unità e di un programma di prove mirate alla caratterizzazione dei
prodotti innovativi ed dei loro processi produttivi.

Il progetto di ricerca si avvarrà anche della fondamentale collaborazione di atenei di eccellenza quali Unimore, Alma Mater Studiorum e altri centri di ricerca di riferimento per le tecnologie oggetto di studio.

Attraverso l’approccio di ‘Design Of Experiment’ si affronteranno temi inerenti all’ottimizzazione di aspetti legati non solo al prodotto finito, quali forme
geometriche e finiture superficiali, ma anche del processo produttivo, come i parametri di trattamento termico, la rullatura e la lavorazione meccanica.

Tutto questo nell’ambito di utilizzo di materiali ad elevate caratteristiche meccaniche quali leghe di nichel, cobalto, titanio nonché acciai altamente legati.
“Il finanziamento stanziato dal MiSE e dalla Regione Emilia Romagna, unito alla competenza e all’esperienza di Vimi Fasteners – ha commentato il Direttore Tecnico, Michele Bencivenni – permetterà sicuramente di concretizzare quest’importante opportunità e creare un vantaggio competitivo per Vimi e soprattutto per i nostri clienti”.

2019-11-07T08:27:56+00:00 07 - 11 - 2019|News|

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies di sessione” necessari per ottimizzare la navigazione, e “cookies di terze parti”. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.